Filtra per tipo

Creazione di una strategia nazionale di adattamento per gli Stati Uniti: la task force per l'adattamento ai cambiamenti climatici

Creato: 12 / 17 / 2010 - Aggiornato: 5 / 08 / 2019

Foto attribuito a Kmccoy. Incorporato qui sotto i Creative Commons Attribuzione 2.0 generica licenza. Nessuna approvazione da parte del licenziante implicita.

sommario

In ottobre 2010, la Task Force di adattamento ai cambiamenti climatici degli Stati Uniti ha pubblicato una serie di raccomandazioni al presidente Obama su come le agenzie federali potrebbero coordinarsi e collaborare su una strategia nazionale di adattamento. La Task Force ha rilasciato due rapporti sullo stato di avanzamento in 2010 e 2011 e ha intenzione di continuare a supportare l'implementazione delle raccomandazioni. Questo processo rappresenta i primi passi verso una strategia coordinata per l'azione di adattamento federale sui cambiamenti climatici.

sfondo

La Task Force di adattamento ai cambiamenti climatici di Interagency, avviata in 2009, è copresieduta dal Consiglio della Casa Bianca sulla qualità ambientale, dall'Ufficio delle politiche scientifiche e tecnologiche e dall'Amministrazione oceanica e atmosferica nazionale. In ottobre 2009, il presidente Obama ha firmato l'ordine esecutivo 13514 che richiede alla Task Force di sviluppare raccomandazioni di adattamento da parte di 2010.

Implementazione

La Task Force ha anche creato gruppi di lavoro per affrontare la potenziale capacità delle agenzie federali di collaborare alle risposte di adattamento. Questi gruppi sono stati formati per indirizzare le opzioni di adattamento nelle agenzie federali e sviluppare raccomandazioni per la pianificazione e l'attuazione incentrate su Adaptation Science, Pianificazione dell'adeguamento dell'agenzia, Input scientifici alla politica, Adattamento assicurativo, Adeguamento delle risorse idriche, Comunicazioni e sensibilizzazione, URBAN, Salute, Resilienza internazionale e Piante, pesci e animali selvatici. I gruppi di lavoro hanno tenuto sessioni di ascolto 20 per sollecitare input e raccomandazioni delle parti interessate. Ad esempio, il gruppo di lavoro sull'adattamento delle risorse idriche, composto da rappresentanti federali del Dipartimento dell'interno, dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente e del Consiglio sulla qualità ambientale, ha sviluppato 2011 Piano d'azione nazionale: priorità per la gestione delle risorse d'acqua dolce in un clima che cambia. Questo piano include sei raccomandazioni prioritarie per migliorare e orientare la conservazione e la gestione delle acque dolci a livello federale alla luce dei cambiamenti climatici: (1) creare un processo di pianificazione per l'adattamento della gestione delle risorse idriche; (2) migliorare l'accesso alle informazioni per supportare il processo decisionale; (3) valutare la vulnerabilità delle risorse idriche; (4) migliorare l'efficienza dell'uso dell'acqua; (5) supporta la gestione integrata delle risorse idriche; e (6) aumentano gli sforzi di formazione e di sensibilizzazione.

A marzo 2010 è stato rilasciato un rapporto intermedio sui progressi per un commento pubblico. La relazione si è incentrata sulle componenti chiave proposte per una strategia nazionale di adattamento, tra cui:

  • Integrazione della scienza in decisioni e politiche di adattamento
  • Comunicazioni e sviluppo di capacità
  • Coordinamento e collaborazione
  • Definizione delle priorità
  • Un quadro flessibile per le agenzie
  • Valutazione

Le raccomandazioni finali, rilasciate in ottobre 2010, si basano su questi componenti iniziali. Il rapporto raccomanda le seguenti azioni:

  • Istituzionalizzare l'adattamento come parte delle pratiche di pianificazione all'interno delle agenzie
  • Assicurati che la scienza del clima sia facilmente accessibile sia al settore pubblico che a quello privato
  • Coordinare gli sforzi delle agenzie per le risposte ai cambiamenti climatici rispetto alle giurisdizioni che si sovrappongono, in particolare per quanto riguarda le risorse idriche, la salute pubblica, gli oceani e le coste e le comunità
  • Sostenere gli sforzi di adattamento internazionale
  • Collaborare e coordinarsi con i dirigenti locali, statali e tribali

La Task Force ha identificato i principi guida per i decisori da utilizzare nello sviluppo e nell'attuazione dell'adattamento ai cambiamenti climatici. Questi includono:

  • Adottare approcci integrati: L'adattamento dovrebbe essere incorporato nelle politiche di base, nella pianificazione, nelle pratiche e nei programmi quando possibile.
  • Dare priorità al più vulnerabile: I piani di adattamento dovrebbero dare la priorità a persone, luoghi e infrastrutture che sono più vulnerabili agli impatti climatici e devono essere progettati e attuati con un coinvolgimento significativo da parte di tutte le parti della società.
  • Usa il migliore Scienza disponibile: L'adattamento dovrebbe essere basato sulla migliore comprensione scientifica disponibile dei rischi, degli impatti e delle vulnerabilità del cambiamento climatico.
  • Costruire forti partnership: L'adattamento richiede un coordinamento su più settori e scale e dovrebbe basarsi sugli sforzi e le conoscenze esistenti di un'ampia gamma di parti interessate pubbliche e private.
  • Applicare il rischio Metodi e strumenti di gestione: La pianificazione dell'adattamento dovrebbe incorporare metodi e strumenti di gestione del rischio per aiutare a identificare, valutare e dare priorità alle opzioni per ridurre la vulnerabilità alle potenziali implicazioni ambientali, sociali ed economiche dei cambiamenti climatici.
  • Applica Ecosistema-approcci basati: L'adeguamento dovrebbe, se del caso, tener conto delle strategie per aumentare la resilienza degli ecosistemi e proteggere i servizi ecosistemici critici da cui dipendono gli esseri umani per ridurre la vulnerabilità dei sistemi umani e naturali ai cambiamenti climatici.
  • Massimizza i benefici reciproci: L'adattamento dovrebbe, laddove possibile, utilizzare strategie che integrino o sostengano direttamente altre iniziative climatiche o ambientali correlate, come gli sforzi per migliorare la preparazione alle catastrofi, promuovere la gestione sostenibile delle risorse e ridurre le emissioni di gas a effetto serra, compreso lo sviluppo di tecnologie economicamente efficaci.
  • Valutare continuamente le prestazioni: I piani di adattamento dovrebbero includere obiettivi misurabili e metriche prestazionali per valutare continuamente se le azioni adattative stanno raggiungendo i risultati desiderati (Rapporto Task Force, 2010).

Risultati e conclusioni

La Task Force ha fornito una serie di raccomandazioni per promuovere una strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici per gli Stati Uniti. La Task Force ha pubblicato un secondo rapporto sui progressi, Azioni federali per una nazione resiliente al clima, in 2011 che copre gli sforzi delle agenzie federali fino ad oggi che integrano l'adattamento nella pianificazione e nelle politiche, migliorare la resilienza della comunità ai cambiamenti climatici, migliorare la condivisione e il coordinamento delle informazioni e sviluppare strategie per sostenere la sostenibilità delle risorse naturali in un clima che cambia. I prossimi passi per la Task Force sono di migliorare il coordinamento tra e tra le agenzie e sostenere l'attuazione dei piani di agenzia. Un altro rapporto sui progressi è previsto per marzo 2014.

Stato

Informazioni raccolte da risorse online. Aggiornato 10 / 12 / 12.

Citazione

Gregg, RM (2010). Creazione di una strategia nazionale di adattamento per gli Stati Uniti: la task force per l'adattamento ai cambiamenti climatici [Case study su un progetto del Consiglio della Casa Bianca sulla qualità ambientale]. Prodotto di EcoAdapt's Stato del programma di adattamento. Estratto da CAKE: www.cakex.org/case-studies/creating-national-adaptation-strategy-united -... (Ultimo aggiornamento 2012 di ottobre)

Contatti del progetto

Il Consiglio per la Qualità Ambientale (QEQ) coordina gli sforzi ambientali degli Stati Uniti e lavora a stretto contatto con le agenzie e gli altri uffici della Casa Bianca nello sviluppo di politiche e iniziative ambientali. Il CEQ è stato istituito all'interno dell'ufficio esecutivo del Presidente dal Congresso come parte del Legge sulla politica ambientale nazionale di 1969 (NEPA) e ulteriori responsabilità sono state fornite dall'Active Quality Improvement Act di 1970.

Il Congresso ha istituito l'Office of Science and Technology Policy in 1976 con un ampio mandato per consigliare il Presidente e altri membri all'interno dell'ufficio esecutivo del Presidente sugli effetti della scienza e della tecnologia sugli affari interni e internazionali. L'1976 Act autorizza inoltre OSTP a coordinare gli sforzi delle agenzie per sviluppare e implementare solide politiche e budget scientifici e tecnologici e a collaborare con il settore privato, i governi statali e locali, le comunità scientifiche e di istruzione superiore e altre nazioni a tal fine.

NOAA è un'agenzia che arricchisce la vita attraverso la scienza. La nostra portata spazia dalla superficie del sole alle profondità del fondale oceanico, mentre lavoriamo per mantenere i cittadini informati sul cambiamento dell'ambiente circostante. Dalle previsioni meteorologiche quotidiane, dalle forti segnalazioni di tempesta e dal monitoraggio del clima alla gestione della pesca, al ripristino costiero e al commercio marittimo di supporto, i prodotti e i servizi della NOAA supportano la vitalità economica e colpiscono oltre un terzo del prodotto interno lordo americano.

parole

Scala del progetto:
Comunità / Locale
Multilaterale / transfrontaliero
Nazionale / Federale
Regionale / Subnazionale
Stato / Provinciale
Tribale / Prima nazione
Settore interessato:
agricoltura
Acquacoltura
Giustizia climatica
Conservazione / Restauro
Sviluppo (socioeconomico)
Gestione del rischio di catastrofi
Istruzione / sensibilizzazione
Energia
Pesca
Silvicoltura
Pianificazione dell'uso della terra
Politica
Salute pubblica
Ricerca
Mezzi di sussistenza rurali / indigeni
Turismo / Ricreazione
Trasporto / Infrastruttura
Risorse idriche
Natura
Obiettivi Cambiamenti e impatti climatici:
Temperatura dell'aria
Biodiversità
Cultura / comunità
Malattie o parassiti
Economia
Erosione
Fuoco
Raccolta della pesca
Allagamento
Modelli di flusso
Stagione di crescita
Estensione dell'habitat
Danni all'infrastruttura
Specie invasive / non native, parassiti
Livello del lago
Frane
L'acidificazione dell'oceano
Concentrazioni di ossigeno (ipossia)
Permafrost
Spostamenti fenologici
Precipitazione
Rischi per la salute pubblica
Minacce alla sicurezza pubblica
Gamma di spostamenti
Salinizzazione / intrusione di acqua salata
Innalzamento del livello del mare
Manto nevoso
Specie di preoccupazione
Tempeste o eventi meteorologici estremi
Turismo
qualità dell'acqua
Fornitura d'acqua
Temperatura dell'acqua
Tipo di clima:
Temperato
Tropicale
Subtropicale
Polare
Subpolar
Lasso di tempo:
anni 5-10
Tipo di azione / strategia di adattamento:
Costruzione delle capacità
Istituzioni di progettazione o riforma
Crea nuove istituzioni
Aumentare la capacità organizzativa
Pianificazione e gestione coordinate
Aumentare / migliorare la consapevolezza pubblica, l'educazione e gli sforzi di sensibilizzazione
Condotta / Raccogli ulteriori ricerche, dati e prodotti
Governance e politica
Creare nuove o migliorare le politiche o i regolamenti esistenti
Fase dello sforzo:
in corso

Risorse correlate

Sviluppo di una strategia nazionale di adattamento climatico per pesci, fauna selvatica e piante negli Stati Uniti

Foto attribuito a Richard Bartz. Incorporato qui sotto i Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 2.5 Generico licenza. Nessuna approvazione da parte del licenziante implicita.

Argomento di studio
Settore interessato:
Acquacoltura
Conservazione / Restauro
Sviluppo (socioeconomico)
Pesca
Politica
Ricerca
Natura
Sommario:

Il servizio statunitense Fish and Wildlife Service, in collaborazione con la National Oceanic and Atmospheric Administration e le agenzie statali e tribali della fauna selvatica, ha creato a Strategia di adattamento climatico per pesci, fauna selvatica e piante coordinare le risposte ai cambiamenti climatici sia nel settore pubblico che in quello privato.

Settore interessato:
Conservazione / Restauro
Politica
Risorse idriche

Azioni federali per una nazione resiliente al clima: relazione sullo stato di avanzamento della task force per l'adattamento ai cambiamenti climatici (2011)

Foto attribuita a TheAgency (CJStumpf). Questo file è concesso in licenza in base a Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported licenza. Nessuna approvazione implicita.

funzionalità di
Settore interessato:
Politica

Traduci questa pagina