Filtra per tipo

Rete globale di hotspot marini

Creato: 9 / 26 / 2016 - Aggiornato: 5 / 09 / 2019

Questa Immagine è stato rilasciato nel pubblico dominio perché contiene materiali originariamente provenienti dalla National Aeronautics and Space Administration (NASA) degli Stati Uniti. Nessuna approvazione da parte del licenziante implicita.

sommario

La rete globale di hotspot marini è stata creata perché gli oceani non si riscaldano in modo uniforme e quelle aree che stanno riscaldando il più veloce - hotspot di riscaldamento oceanico - possono essere considerati i laboratori naturali del mondo per fornire le conoscenze e gli strumenti che ci consentono di adattarci con saggezza, efficiente ed efficace per affrontare le sfide di un ambiente di riscaldamento. La rete è stata progettata per comprendere meglio l'impatto dei cambiamenti climatici sulla pesca commerciale, che sostiene le comunità costiere e le industrie globali. Il progetto è iniziato nell'Australia sud-orientale come il programma dell'Australia sudorientale (SEAP), valutando gli stock ittici attraverso valutazioni di impatto e vulnerabilità e modelli di ecosistema; identificare le debolezze dei cambiamenti climatici nei modelli di valutazione degli stock; e l'identificazione di potenziali strategie di adattamento (e barriere) per la governance, la politica e la gestione. Trentacinque specie sono state classificate in base al valore economico, ecologico e ricreativo considerando gli effetti dei cambiamenti climatici sulla distribuzione, l'abbondanza e la fenologia. L'approccio è stato applicato in Australia, Canada, Stati Uniti e Madagascar, tra le altre posizioni. Il progetto fornisce informazioni per aiutare i responsabili della pesca a dare priorità alle specie per la ricerca e la protezione, guidando allo stesso tempo lo sviluppo di potenziali strategie di adattamento.

Citazione

Hansen, LJ 2016. Rete globale di hotspot marini. Riassunto di un progetto dell'Istituto di studi marini e antartici. Ultimo aggiornamento di agosto 2016.

Contatti del progetto

Project Lead

Gretta PeclSenior Research FellowGretta.Pecl@utas.edu.au

L'Institute for Marine and Antarctic Studies (IMAS) è un centro di eccellenza per la ricerca e l'istruzione. La nostra ricerca è innovativa, pertinente e distintiva a livello globale. La nostra istruzione offre programmi di prima classe che portano scienziati e ricercatori altamente qualificati al servizio delle esigenze delle istituzioni accademiche, dell'industria, del governo e della comunità.

parole

Scala del progetto:
Multilaterale / transfrontaliero
Nazionale / Federale
Regionale / Subnazionale
Settore interessato:
Conservazione / Restauro
Sviluppo (socioeconomico)
Pesca
Politica
Ricerca
Natura
Obiettivi Cambiamenti e impatti climatici:
Biodiversità
Cultura / comunità
Malattie o parassiti
Economia
Raccolta della pesca
Estensione dell'habitat
Specie invasive / non native, parassiti
L'acidificazione dell'oceano
Concentrazioni di ossigeno (ipossia)
Spostamenti fenologici
Gamma di spostamenti
Salinizzazione / intrusione di acqua salata
Innalzamento del livello del mare
Specie di preoccupazione
Turismo
qualità dell'acqua
Temperatura dell'acqua

Traduci questa pagina